E’ decisamente sprofondata la situazione a Sparanise. Cominciano a scorgersi segni di cedimento in coloro che si ritenevano incontestabili sotto il profilo operativo. E’ sicuramente venuto meno l’entusiasmo. Delusioni e sconforto per quello che succederà; questo è stata, più o meno, la ripresa delle attività per gli amministratori di Sparanise. Molto vittimismo, che conoscendo i personaggi, era fin troppo scontato. Si sapevano le cose dall’inizio ma, proprio l’entusiasmo iniziale, forse, ha fatto si che certe azioni delittuose si compissero lo stesso. Giramma, Battista ed altri  “anziani ” del gruppo oltre ad alcuni capisaldi della macchina amministrativa del Comune di Sparanise hanno fondato i loro consigli ai meno esperti sulla loro personale esperienza, dimenticando o escludendo il fattore Giustizia. Per anni, infatti, a Sparanise è mancata la certezza del diritto, e anche questo è un dato di fatto. La certezza del diritto equivale a dire che non ci devono essere degli spazi vuoti tra la norma e il fatto concreto, ci deve essere una perfetta assimilazione del secondo nella prima: a Sparanise non si sono viste neanche avvicinarsi le norme ai fatti della vita quotidiana compresa quella politica. Ora sembra che qualcuno stia facendo in modo che questo processo di attrazione si attui anche in questo paese. La forza di quest’azione si sta dimostrando maggiore di quella che ci si attendeva: al posto della tempesta s’è presentato l’uragano. I ragazzi, poverini, molto contenti fino a qualche giorno fa, che si prodigavano a distribuire i regali con il ” fiocco ” a tutti i loro amici e parenti in occasione delle vacanze natalizie, che giocavano con Babbo Natale  e tantissimi bambini in una piazza che destava molto imbarazzo in chi vi transitava o si fermava, che correvano con la bicicletta o mettevano a posto la villetta con le loro strabilianti fotografie, non ci sono più; ora piangono e si disperano per delle cose che si potevano evitare facendo attenzione a non cadere nei fossi che sono purtroppo diventati, nel frattempo, delle vere e proprie voragini. Più attenzione, meno “entusiasmo “, più dedizione nello svolgere quelle attività che si era stati chiamati a svolgere in forza del mandato elettorale ricevuto dai cittadini avrebbero fatto si che le cose andassero diversamente. ” Bravi, ragazzi … continuate così !” Continua …

Annunci