Ricordiamo ancora una volta, per sommi ” capi “, quali erano i buoni propositi sbandierati con slogan mediatici d’altri tempi da Salvatore Martiello e la sua banda. Insisteva molto sul fatto che non si sarebbe preso l’indennità: e se le presa; poi diceva di volere fare subito una commissione d’inchiesta per la Centrale turboelettrica di Sparanise: e non gli n’è fregato più nulla d’istituirla dopo aver vinto le elezioni; diceva anche di volere realizzare l’orto sociale: e anche questo proposito è rimasto ancorato sulla carta; diceva di voler istituire un’altra volta il nonno civico: a seguito degli scontri avuti durante il consiglio comunale che ha preceduto la pausa estiva, con il dottore Merola, si decise che se ne sarebbe riparlato a settembre ma, senza farlo, per un breve periodo s’è vista la presenza di qualche nonno civico. Per poi non vedersi più; molto si doveva fare attraverso il baratto sociale; e ancora per l’assistenza sociale; e ancora ancora per la disoccupazione; e soprattutto per la scuola.  Continua