http://ift.tt/2iNfJnr

«Insegno ai miei ragazzi senza vederli, ma con me non si copia»

Antonio Silvagni, 50 anni, da venticinque insegna latino e letteratura al liceo: “Essere non vedenti è una cosa che può succedere, ma non bisogna arrendersi. Ai ragazzi bisogna chiedere molto, perché sanno dare molto»

Advertisements