Sparanise. Riferisce l’autore del reato in questione che la scritta ” Camorra ” non si riferisce all’organizzazione in quanto è assolutamente inammissibile che ne possa parlare, data la sua completa estraneità al fenomeno Camorristico. In altre parole, l’autore del fatto di Camorra organizzazione non ne ha, data la sua condizione di isolamento sociale dovuto alle precarie condizioni economiche in cui si trova a vivere da diversi anni, mai avuto possibilità ” materiale ” di conoscerne se non attraverso le scarse notizie riportate dai pochissimi giornali locali. L’autore della scritta ” Camorra ” ha voluto evidenziare gli abusi che quotidianamente vengono effettuati sul Comune di Sparanise, senza che nessuno abbia la possibilità di dirimerli perché c’è molta corruzione. Se ci si è fatto caso, ad essere stato evidenziato attraverso le telecamere è stato solo l’atto compiuto dal ” nemico ” dell’amministrazione Martiello. Si precisa, a tal punto, che il signore che ha dato origine all’atto in questione non avrebbe avuto alcuna ragione di dolersi dell’operato dell’amministrazione Martiello nel caso fosse stata integerrima ed imparziale. Lo stesso signore ha prodotto diverse, numerose denunce ed esposti per bloccare il METODO CAMORRISTICO adoperato da politi ed impiegati del Comune per favorire con privilegi sempre più consistenti, come il regalo con il ” fiocco ”  ( di cui si è molto parlato sui giornali ) i loro amici e parenti. Non è la Camorra ad essere stata contestata ma è il metodo, che trae origini dalla Camorra ma non si identifica necessariamente in esso ad essere stato indicato come la causa di tutti i mali del Comune di Sparanise. Ci sarebbero molte prove per espellere immediatamente l’amministrazione Martiello e provocare il Commissariamento ma non si fa nulla anzi si cercano di eliminare, come tutto quello che si frappone al camminino dell’amministrazione.

Advertisements