http://ift.tt/2iLlEpz

«Atleti strafatti»,  droghe e «file da ripulire»: le mail  dal laboratorio  del doping

Calciatori da «ripulire», campioni di hockey «irresponsabili», steroidi che la Wada non poteva trovare: così in Russia si truccava lo sport. I messaggi del direttore del centro di Mosca «Questa è una bomba sotto il pavimento…»

Annunci